You are currently viewing Tracciare le attività eseguite su WordPress
  • Ultima modifica dell'articolo:27 Novembre 2021
  • Categoria dell'articolo:WordPress

Tracciare le attività eseguite su un sito WordPress è utile per molte ragioni. In questo post vediamo come farlo in modo semplice con il plugin Simple History.


Introduzione

Durante la gestione di un sito WordPress svolgiamo numerose attività: creiamo articoli, moderiamo commenti, modifichiamo impostazioni e tanto altro, in base alla tipologia e struttura del sito.

Può capitare, magari a distanza di tempo, di aver bisogno di sapere quando è stata fatta una certa modifica o avere un elenco di tutte le attività svolte in una specifica data.

Per questo è utile monitorare tutto ciò che si fa sul sito e tenerne traccia in un registro.


Perchè tracciare?

Ci sono moltissimi motivi per tenere traccia di tutto (o gran parte di) ciò che accade sul nostro sito o su quelli che realizziamo per i clienti.

Eccone alcuni, in un elenco assolutamente non esaustivo:

  • sapere “chi” ha fatto “cosa” e “quando”: ad esempio, in un sito gestito da più persone, può essere utile sapere che un utente ha inserito un articolo e un altro lo ha modificato. Se invece ci occupiamo della manutenzione, è importante avere uno storico che aiuti a comprendere l’origine di un eventuale problema.
  • sapere quando è stato installato o aggiornato un plugin.
  • avere un riscontro di azioni svolte da processi automatizzati: ad esempio gli aggiornamenti automatici gestiti dall’hosting.
  • registrare tentativi di accesso non riusciti, oppure accessi effettuati da parte di utenti non autorizzati. Utile per scoprire possibili problemi di sicurezza.
  • tenere traccia delle modifiche alle impostazioni di WordPress.

In questi ed altri casi, abbiamo bisogno di un registro degli eventi costantemente aggiornato.

Se non siete persone con la passione per la consultazione di lunghissimi elenchi di “cose successe[colpo di tosse per dissimulare imbarazzo], generalmente un registro degli eventi è una cosa del tutto inutile fino al momento in cui ne avete assoluto bisogno. Per questo è importante avere uno strumento che continui silenziosamente a prendere nota di ciò che accade, pronto a rispondervi quando lo interrogherete in preda al panico.


Simple History – Cos’è

Tra le soluzioni disponibili per attivare questa funzionalità in WordPress, utilizzo da qualche anno il plugin Simple History.

Questo strumento è in grado di monitorare tantissimi aspetti del sito, per un elenco completo vi rimando alla scheda del plugin su wordpress.org.

L’utilizzo è immediato, dopo l’installazione inizierà subito a fare il suo lavoro senza necessità di configurazione.

Simple History ci avvisa che è appena stato installato e che presto vedremo gli eventi che si verificano.
Simple History ci avvisa che è appena stato installato e che presto vedremo gli eventi che si verificano.

L’interfaccia è molto semplice e permette un facile accesso alle informazioni registrate.

Avremo a disposizione:

  • un widget nella home della dashboard di WordPress che mostra gli ultimi eventi.
Simple History: il widget con gli ultimi eventi visibile nella pagina principale della dashboard.
Simple History: il widget con gli ultimi eventi visibile nella pagina principale della dashboard.
  • una pagina con l’elenco completo degli eventi e funzioni di ricerca avanzata.
Simple History: la pagina con l'elenco completo degli eventi.
Simple History: la pagina con l’elenco completo degli eventi.
  • una pagina di impostazioni per configurare alcuni parametri di funzionamento ed eliminare o esportare i log.

Oltre agli eventi nativi di WordPress, Simple History supporta una serie di altri plugin ed è in grado di riconoscerne le attività.


Simple History – Esempi

Vediamo alcuni esempi di eventi registrati da Simple History.

Aggiornamento dei plugin

Simple History: disponibile un aggiornamento per un plugin.
Disponibile un aggiornamento per un plugin.
Simple History: notifica di plugin aggiornato.
Notifica di plugin aggiornato.

Aggiornamento di WordPress

Simple History: è disponibile un aggiornamento di WordPress.
Disponibile un aggiornamento di WordPress.
Simple History: WordPress è stato aggiornato.
WordPress è stato aggiornato.

Login utenti

Simple History: un utente ha effettuato il login sul sito.
Un utente ha effettuato il login sul sito.
Simple History: un tentativo di login non andato a buon fine.
Un tentativo di login non andato a buon fine.

Vuoi sapere come migliorare la sicurezza del tuo sito WordPress? Allora non lasciarti sfuggire questo articolo che parla, ma guarda un po’, di come migliorare la sicurezza del tuo sito WordPress!

Gestione articoli

Simple History: un utente ha creato un articolo.
Un utente ha creato un articolo.
Simple History: un articolo è stato modificato.
Un articolo è stato modificato.

Simple History – Estendere le funzionalità

Per chi si diverte a sporcarsi le mani con il codice, può essere interessante sapere che il funzionamento di Simple History è modificabile grazie ad una serie di filtri.

Inoltre, è possibile sviluppare nuovi “logger” per catturare e registrare eventi non riconosciuti normalmente dal plugin.

Per maggiori informazioni potete consultare questi link:


Conclusioni

Abbiamo visto perchè e come generare un log delle modifiche apportate ad un sito WordPress.

Se decidete di provare Simple History, vi suggerisco di spostare il widget nella parte alta della dashboard. In questo modo, ad ogni accesso, potrete dare un’occhiata veloce agli ultimi eventi.

Potrebbe diventare una buona abitudine che vi aiuta a tenere sotto controllo la situazione e può farvi scoprire qualcosa di cui non eravate a conoscenza, sia nel bene che nel male.

Alla prossima!